Ansia: cause, sintomi, trattamenti naturali e omeopatici

ansia-cause-sintomi-trattamenti

Soffrire di ansia può nettamente peggiorare la qualità della vita. Un mostro invisibile che, insieme alla depressione, è uno dei mali psicologici che attanaglia i nostri tempi. Sostanzialmente, l’ansia si genera come una risposta immediata dell’organismo allo stress. Condurre uno stile di vita stressante, dunque, ci mette più a rischio. Chi va di fretta, chi si fa sopraffare dai dubbi, chi purtroppo incorre in veri e propri attacchi di panico, conosce molto bene come funziona lo stato ansioso e quali sono i sintomi che ne conseguono.

Al giorno d’oggi, esistono numerosi trattamenti contro l’ansia: per esempio, i rimedi naturali, omeopatici, la possibilità di fare sedute di psicoterapia. Nel momento in cui si scatena il malessere ansioso, avviene un livello sproporzionato di risposta allo stimolo dello stress. Ed ecco che l’ansia fa capolino nella nostra esistenza, impedendoci di vivere in modo sereno. Sono tante le domande di chi ne soffre: curare l’ansia con la medicina omeopatica è possibile? Si può sconfiggere? Approfondiamo l’argomento.

Le cause più frequenti dell’ansia

Per trattare questo problema, è fondamentale arrivare alla sua origine: che cosa ha scatenato lo stato ansioso, qual è il motivo per cui siamo stressati? Sono tantissimi i motivi per cui si genera l’ansia: il più frequente può essere un evento traumatico che scatena il disturbo ansioso in una persona già incline a soffrirne.

Ci sono dei fattori inconsci, ereditari o biologici che in ogni caso influiscono. Molto spesso l’ansia può essere ereditata dalla propria madre o dal padre, o ancora può esserci in corso un conflitto psicologico. L’eccessiva produzione di noradrenalina, infine, può essere un’altra correlazione importante: se il cervello presenta delle alterazioni, avviene una risposta immediata allo stress.

Quali sono i sintomi di uno stato ansioso

Crediamo che sia importante sottolineare che lo stato ansioso non si manifesta in modo simile per tutti. Spesso, infatti, può essere improvviso, graduale o addirittura costante nel tempo. I disturbi d’ansia si verificano dopo un evento negativo, oppure è una caratteristica insita nel proprio carattere, e pertanto bisogna imparare a controllarla e soprattutto a tenerla a bada, a sconfiggerla. Non è vero che non si può guarire dall’ansia. Ma è vero che bisogna avere una forza di volontà importante, per mettere in contatto il benessere di mente e corpo.

In generale, comunque, tra i sintomi più comuni, troviamo il battito cardiaco accelerato, un senso di stanchezza perenne, di debolezza non solo fisica ma anche mentale. Pertanto, chi ne soffre ha spesso scarsa concentrazione sul lavoro o nello studio. I sintomi psicologici dell’ansia, invece, portano a soffrire di disturbi di memoria o del sonno, ma anche avere una tendenza al catastrofismo: spesso si fanno pensieri negativi.

Rimedi naturali e omeopatici contro l’ansia

Combattere l’ansia con i rimedi naturali e omeopatici non è difficile, ma bisogna in ogni caso ricevere una diagnosi da uno specialista e soprattutto capire l’entità del problema. Questo stato emotivo, infatti, può pregiudicare la propria esistenza, in particolare perché ci impedisce di vivere a pieno le nostre emozioni, le esperienze. Potrebbe essere utile fare yoga e meditazione, per liberare la mente dai pensieri negativi.

Ci sono alcuni elementi naturali che possono servire contro lo stato ansioso, come l’Aconitum, che è un rimedio indicato per coloro che soffrono di ansia in modo improvviso. Invece, l’Argentum Nitricum è utile per chi si fa sopraffare da tale emozione e non riesce a concentrarsi sul lavoro.

L’ansia si può combattere anche a tavola, scegliendo un’alimentazione più sana, oltre a cibi che aumentano la produzione di serotonina – l’ormone della felicità – come il cioccolato. L’omeopatia, in ogni caso, può dare una soluzione molto efficace. Un aspetto interessante dei rimedi omeopatici contro l’ansia è che non generano in alcun modo assuefazione o dipendenza: si può smettere il trattamento quando il problema sarà sparito, senza alcun senso di oppressione.