Impaginare un catalogo prodotti: come fare?

impaginare catalogo prodotti

L’impaginazione di un catalogo per prodotti commerciali può essere tranquillamente fatta in home utilizzando alcuni dei software dedicati, sia quelli professionali che le versioni gratuite o limitate, senza il necessario bisogno di rivolgersi ad un professionista, abbattendo così notevolmente i costi per l’investimento.

Questo si traduce in un possibile maggior numero di copie, ad esempio nel caso in cui il catalogo commerciale sia destinato ad un pubblico molto ampio, oppure un maggior controllo sulla qualità dei materiali.

Per effettuare l’impaginazione bisogna seguire alcune regole di massima, non obbligatorie, ma che aiutano a raggiungere buoni risultati sia dal punto di vista della leggibilità sia dell’impressione che si fa sul soggetto che riceve il prodotto.

Come si sceglie l’impianto grafico generale per l’impaginazione

Innanzitutto, bisogna stabilire se tratta di un catalogo con immagini oppure senza. Nel primo caso è assolutamente necessario avere a disposizione immagini di alta qualità che possono essere comunque realizzate anche semplicemente con un buon smartphone e un grado di illuminazione sufficiente, prestando una certa attenzione a ombre e riflessi.

Per l’impaginazione si possono utilizzare funzioni macro di varia natura da quelle che permettono di duplicare a pattern la modalità di distribuzione di testo e immagini, ottenendo quindi per tutto quanto il file lo stesso tipo di formato, fino a quelle destinate a rendere unica ogni singola pagina, a esempio nel caso di prodotti artigianali che richiedono una cura speciale.

Come testare la qualità dell’impaginazione per la stampa online di cataloghi

Un buon punto di riferimento è un file esportato in un formato standard, come il PDF. È sufficiente scegliere fra le impostazioni per avere esattamente l’immagine delle dimensioni stampate. I software come inDesigne Illustrator e molti altri implementano gli strumenti per le preview. Ci sono anche i tool per vedere il risultato per le differenti legature.

Questo è molto importante, perché in alcuni casi, soprattutto nel caso in cui non si sia particolarmente esperti di grafica, è possibile che l’immagine visualizzata appaia ottimizzata mentre in realtà quella stampata sia di bassa qualità, scarsamente leggibile oppure con caratteri troppo grandi che risultano fastidiosi.

Come distribuire il testo e le immagini per la stampa online di cataloghi

È importante non coprire completamente le pagine del catalogo di testo, preferendo zone più isolate, separate da interlinee che permettono una visione d’insieme migliore e meno stancante per l’occhio.

Al tempo stesso consentono di riuscire a individuare più rapidamente gli elementi di ricerca fondamentali. Bisogna anche prestare molta attenzione alla tipologia e dimensione del carattere scelto per i titoli, così come la loro lunghezza, perché devono essere sintetici ma al tempo stesso chiarificatori e attrattivi nei confronti del contenuto.

I testi devono essere brevi, ma contenere le informazioni di punta per il prodotto, eventualmente rimandando per gli approfondimenti ad una pagina dedicata, senza eccedere.

Quali sono i software da utilizzare per impaginare un catalogo

I programmi che consentono di effettuare l’impaginazione sono moltissimi, e si va da quelli professionali, che vengono caldamente consigliati per avere un risultato di qualità ad altre versioni free o che offrono solo strumenti limitati per questo compito.

Adobe InDesign è sicuramente il più indicato e si può considerare uno standard, anche grazie alla community che è molto attiva e in evoluzione. Troviamo poi QuarkXpress, che però è più indicato per applicazioni digitali, Scribus e LaTex, adatti per testi. Anche Publisher di Microsoft e Word offrono buone prestazioni, ma più limitate rispetto a Adobe. Bisogna avere una certa dimestichezza o seguire un tutorial come quello presente sul sito CataPrint

Come si invia un catalogo per la stampa online a CataPrint

La modalità migliore è quella di scegliere i file prodotti da software professionale, perché i freeware spesso non garantiscono l’allineamento corretto. Per stampare un catalogo online il file deve essere correttamente formattato e scalato per la pagina di destinazione.

Se si utilizza un software di paginazione si può inviare direttamente pronto per la stampa, altrimenti i grafici provvederanno a adattare le pagine per processarle con le macchine. In ogni caso sarà effettuato un controllo con eventuale richiesta di riformattazione se si riscontrano incompatibilità.