Si vende meglio con un e-commerce di proprietà o con un marketplace?

ecommerce-marketplace

Il commercio elettronico, negli ultimi anni, è cresciuto tantissimo. Si tratta di un’ottima opportunità per le aziende di qualsiasi settore che si affacciano sul web. Tale canale è in grado di offrire due tipi di vendita diversi tra loro, cioè, il marketplace in stile Amazon o un proprio spazio in cui allestire un negozio online.

Ma qual è la migliore opportunità per la tua attività? Per scoprirlo è necessario fare un’analisi delle due opportunità. Ecco, quindi, tutti i pro e i contro dell’e-commerce e del marketplace.

Come è cambiato il commercio elettronico

La vendita online, sin dai primi esperimenti, ha rivoluzionato il mondo del commercio e ha favorito l’abbattimento di due ostacoli, cioè, spazio e tempo. Infatti avere un luogo virtuale in cui fare i propri acquisti h24 permette una maggiore fruibilità dei prodotti, senza dover tenere conto degli orari di apertura e chiusura.

L’e-commerce funziona bene proprio per chiunque, quindi, sia per il piccolo negozietto sia per il brand che esporta a livello internazionale. Grazie a tale mezzo si può essere, praticamente, ovunque. È adatto per ogni settore e anche per quello alimentare dove si garantisce sempre freschezza e tempestività. Si conta, infatti, una crescita esponenziale delle vendite di tali prodotti così come la soddisfazione dei compratori.

Come si può vendere con il marketplace

Il marketplace basa il suo successo sulla fiducia. È stato dimostrato che il cliente medio tende a fidarsi di questo genere di negozio e non del piccolo e-commerce. Tale situazione si verifica perché ci si affida a un grande nome sinonimo di garanzia, sicurezza nelle transazioni, velocità nella spedizione e un ottimo customer care.

Scegliere tale soluzione significa aumentare la visibilità e aumentare il tuo traffico ma, attenzione, il contatto con i clienti viene meno e si finisce in un grande calderone di prodotti simili ai tuoi. Per poter emergere in questi ambienti, molto spesso, si deve ricorrere a campagne a pagamento in grado di aumentare la visibilità del tuo brand.

Come vendere con il tuo e-commerce

Avere un tuo e-commerce ti permette di cambiare le carte in tavola ma, prima di tutto, devi sapere come agire. Prenditi il tuo tempo per impostare le modalità più semplici di utilizzo e studia una precisa strategia. Crea un sito internet altamente performante e in grado di portare traffico, quindi, fornisci una customer experience all’altezza delle aspettative.

Attiva strategie di marketing precise

Con un e-commerce sai che il cliente è lì solo per te e si tratta di un soggetto fidelizzato e non un occasionale che compra sul marketplace. Far entrare un utente nel tuo negozio virtuale significa dargli accesso a promozioni, sconti e coinvolgerlo con informazioni e nuove iniziative legate al tuo brand.

Grazie all’e-commerce puoi monitorare anche che genere di percorso porta l’utente alla vendita, quali prodotti preferisce e di cosa si interessa. Solo così potrai targettizzare ogni soggetto.

L’e-commerce come completamento del tuo brand

L’e-commerce, oltre a svolgere la sua funzione commerciale, aiuta a definirti come azienda. Avere una piattaforma dedicata alla vendita online è un valore aggiunto per i tuoi clienti che si sentono sempre al centro del tuo business.

Un sito ben funzionante e sempre aggiornato garantisce un ritorno d’immagine positivo nel tempo.

L’autonomia fa guadagnare di più

Uno shop online autonomo permette di svincolarsi da altri marketplace, quindi, non dovrai pagare nulla per essere presente su altri portali. Sarai tu a stabilire le regole in totale indipendenza, modificherai e personalizzerai la piattaforma nel modo in cui vuoi e intraprendere sempre nuove strategie per aumentare le vendite.

Anche se il traffico non sarà subito immediato potrai mostrarti al cliente per ciò che sei. In questo modo ogni utente potrà visionare con chiarezza ciò che fai e in che modo lo realizzi.

Integrare per avere successo

Il marketplace non è una soluzione da evitare, anzi, si rivela un’ottima strategia per farti conoscere ma non permette di esprimere al meglio ciò che è il tuo brand. Legandoti a tali portali non potrai fidelizzare i clienti a un certo prodotto e dovrai corrispondere delle percentuali sulle vendite. Si tratta di un metodo costoso ma, allo stesso tempo, la visibilità è garantita.

Il consiglio è quello di mediare e integrare i vantaggi di entrambe le modalità, orientandosi sull’e-commerce e spingendo l’utente a consultarlo dopo aver creato consapevolezza. Solo così potrai aumentare le fidelizzazioni, il traffico sul sito e il fatturato.