Scarico otturato, quali sono le possibili cause

idraulico

L’acqua non scende dallo scarico, lavare i piatti è un problema e fare la doccia un fastidio. Bisogna sicuramente intervenire, ma anche comprendere quali sono le cause per limitare i disguidi in futuro. Il primo rimedio da usare contro uno scarico che non funziona è quello di ricorrere ai diversi prodotti in commercio per sgorgare i tubi. Esistono sia in formato liquido che in granuli. In generale, tenete conto che i primi agiscono a una profondità maggiore nelle tubature, quelli a granuli sbloccano intoppi più duri. Se nonostante tutto il problema persiste, è meglio rivolgervi a idraulico Torino 360 per scoprire quale è la causa dell’otturazione. Un professionista non solo risolverà il problema immediato, ma potrebbe indicarvi le strategie migliori per evitare di imbattervi nella medesima problematica. E’ infatti importante capire perché un tubo si è otturato. Le cause dipendono dall’uso, e quindi dal lavandino sotto osservazione.

Il lavandino otturato in cucina

Se è il lavandino della cucina a darvi problemi, fate attenzione che nelle tubature non finiscano scarti di cibo, anche molto piccoli. L’uso quotidiano fa accumulare sporcizia che si trasforma in un tappo. Applicate agli scarichi del lavello dei filtri rimovibili, che blocchino i residui solidi mentre lavate le stoviglie. Attenzione però: uno dei nemici principali degli scarichi è l’accumulo di olio da cucina. Quando si raffredda, indurisce e si attacca alle pareti dei tubi. Non buttate mai gli oli esausti negli scarichi, conservateli in vecchie bottiglie e portateli in discarica. Non solo è conforme alle norme d smaltimento, salva anche le vostre tubature. Se è questo il vostro problema, i normali prodotti potrebbero fare poco effetto. Dovete ricorrere a disgorganti di uso professionale. Questi vanno maneggiati con cura, indossando guanti e occhiali, e versati nelle tubature nel muro e non nel lavello.

Lo scarico otturato nel bagno

Se lo scarico bloccato riguarda la doccia, la vasca oppure il lavabo del bagno, il problema principale è rappresentato da peli e capelli che si accumulano. L’attenzione dei componenti della famiglia in questo senso può fare la differenza. Per una manutenzione ordinaria, in commercio esistono dei remover, praticamente delle mole sturatubi in formato ridotto chde vanno inseriti negli scarichi per asportare la sporcizia che si accumula.

Come scegliere l’idraulico

Avere il numero di telefono di un professionista competente e affidabile mette al riparo dal rischio di dover chiamare più di un tecnico e perdere tempo prezioso. Ma se non siete fra questi fortunati, ecco qualche indicazione che può tornarvi utile.

Passaparola

Il passaparola è la base del commercio. Informatevi però sul tipo di riparazione di cui gli altri hanno usufruito. Un tecnico può non avere esperienza nel lavoro che serve a voi; siate molto chiari nel descrivere il vostro problema.

Ricerca online

Oggi il web propone siti specializzati nel raggruppare professionisti di vari settori; questo è un accenno di garanzia, perché sarà interesse del portale assicurarsi che i professionisti siano affidabili. Valutate anche le recensioni, un sorta di passaparola virtuale.

Il preventivo giusto

Muoversi prima che il problema diventi un’urgenza significa avere il tempo di mettere a confronto i preventivi. Attenzione però: comparare i costi non significa scegliere l’idraulico che costa meno. Paragonate servizio, soluzioni, tempi e il professionista stesso, al fine di scegliere la persona che fa per voi.