Persona Protestata? Apri un conto corrente con noi!

Come funziona un conto corrente dedicato alle persone protestate? Per trovare una risposta a questa domanda è sufficiente recarsi sul sito di Conto Protestati Service, che mette a disposizione questo tipo di conti non solo ai privati ma anche alle aziende. Le opzioni tra le quali scegliere la soluzione più in linea con i propri bisogni sono molteplici, e non è difficile individuare quella che si reputa più adatta alle proprie aspettative: tutto quel che bisogna fare è indicare il limite di utilizzo che si ha in mente di rispettare, per poi seguire gli step necessari per la registrazione. I conti sono concepiti e messi a punto per poter essere concessi anche a chi è fallito o in passato si è rivelato un cattivo pagatore.

Ma quali sono i limiti di utilizzo tra i quali si può scegliere? Anche in questo caso è sufficiente navigare su https://www.contoprotestatiservice.it per scoprirlo. Nel caso in cui si opti per un saldo massimo di 15mila euro al mese, il costo richiesto per l’attivazione è di 122 euro, mentre a fronte di un saldo massimo di 30mila euro al mese si sale a 146 euro. Volendo si può anche optare per un limite di saldo di 45mila euro, e in questo caso per l’attivazione sono richiesti 183 euro; un’ultima possibilità è quella relativa al saldo massimo di 100mila euro al mese, per un costo di attivazione di 208 euro. Non è detto, comunque, che si sia obbligati a identificare un limite di saldo: nel caso in cui non si sia intenzionati a farlo, si può operare in assenza di vincoli, e il costo di attivazione sarà di 287 euro e 50 centesimi.

Il conto senza limite di saldo è il più performante tra tutte le tipologie di conto corrente per persone protestate di cui si può usufruire. Come gli altri, è un conto Sepa con Iban di Malta, ma tale caratteristica non deve spaventare né far scaturire dubbi di regolarità: Malta è in zona euro, il che vuol dire che il conto in questione può essere utilizzato senza problemi nel nostro Paese. Tra i numerosi servizi collaterali che vengono abbinati alla fornitura del conto online c’è l’home banking, che per di più è del tutto gratuito. Questo vuol dire che le varie procedure possono essere gestite in qualsiasi posto ci si trovi e a qualsiasi ora del giorno e della notte, purché si disponga di una connessione a Internet e ovviamente di un device con il quale connettersi.

Che si abbia tra le mani uno smartphone, un tablet o un personal computer, si può sfruttare il conto per protestati per ricevere bonifici o per farsi accreditare lo stipendio, ma anche per pagare le bollette, per fare acquisti online e per molte altre attività. Il conto può essere abbinato a una carta Mastercard: nel caso dell’opzione priva di limite massimo per il saldo, non c’è alcun tetto da rispettare, e per i versamenti di più di 30mila euro basta inoltrare una pezza giustificativa che serve a spiegare da dove proviene il denaro. Anche cifre molto consistenti, nell’ordine delle decine o addirittura delle centinaia di migliaia di euro, possono essere incassate senza problemi (si pensi, per esempio, alla liquidazione di una polizza vita).

Di solito chi è protestato fa molta fatica a trovare una banca che gli consenta di aprire un conto corrente, e non è neppure detto che alla fine riesca a raggiungere il proprio obiettivo. Con Conto Protestati Service, finalmente, si può mettere da parte ogni timore, dal momento che non ci sono condizioni impossibili da rispettare né altre clausole in apparenza proibitive: anche le segnalazioni Crif sono destinate a passare in secondo piano e non sono ostative.