Assicurazione RCA con scatola nera, come funziona e cosa serve sapere

Le polizze assicurative di RCA italiane risultano essere tra le pù costose a livello europeo, dovute essenzialmente anche alle truffe protratte dagli automobilisti nei confronti delle diverse compagnie assicurative. I premi delle odierne assicurazioni hanno raggiunto picchi insostenibili per il bilancio familiare, uniti alla già presente crisi finanziaria e alle tassazioni.

In correlazione ai costi delle polizze assicurative è stata introdotta la scatola nera, della quale si era già sentito parlare nel 2012, disponibile ad oggi per essere integrata al proprio veicolo assicurato. Grazie al supporto della scatola nera le compagnie assicurative promettono uno sconto sull’RCA in cambio del dispositivo rilasciato generalmente in comodato d’uso.

Ma quale procedura bisogna seguire per ottenere uno sconto sulla propria polizza tramite la richiesta della scatola nera? Attraverso questo articolo specifico ci occuperemo di approfondire l’iter burocratico e l’esatta procedura da seguire, cercando di comprendere anche il funzionamento della scatola nera all’interno della propria automobile.

 

Come Funzionano le Assicurazioni RCA che usano la scatola nera

Le polizze assicurative RCA consentono ad oggi di ottenere un risparmio sui costi semestrali oppure annui, in cambio dell’installazione della scatola nera a bordo della propria vettura. Il dispositivo della scatola nera comprende i relativi settori elettronici atti alla registrazione con lo scopo di semplificare le indagini in caso di avvenuto sinistro stradale, allo stesso modo delle scatole nere installate all’interno degli aerei e delle imbarcazioni. Tali apparecchi sono progettati appositamente allo scopo di resistere alle condizioni più estreme in caso di sinistro, resistendo ad impatti pari a 3.400 kg e temperature di oltre 1000 °C.

Anche MiglioriBanche ci ricorda che per richiedere l’installazione della scatola nera all’interno della propria automobile sarà sufficiente possedere la stessa, sottoscrivere la contrattazione specifica presso la propria compagnia di assicurazioni, munirsi della scatola nera più adatta al modello della vettura. La scatola nera conoscerà l’esatta posizione del veicolo in qualsiasi momento grazie all’integrazione del GPS, mentre le stesse compagnie assicurative potranno monitorare i percorsi e compiere le verifiche necessarie al fine di non incombere in truffe ai propri danni come previsto e approvato dalla legislatura vigente. L’automobilista in cambio potrà beneficiare di un cospicuo sconto sul pagamento delle rate assicurative, sulla base della stipulazione di un contratto aggiuntivo rispetto all’RCA precedente.

La scatola nera dovrà essere montata entro venti giorni dalla sottoscrizione della richiesta prevedendo l’installazione da parte di un tecnico specializzato inviato direttamente dalla compagnia assicurativa stessa, senza alcun costo aggiuntivo da parte dell’automobilista. Il kit relativo al montaggio e all’installazione della scatola nera comprende un GPS per la localizzazione della vettura, un flash, una memoria Ram, una betteria ricaricabile, un’antenna in grado di comunicare con le relative apparecchiature e la compagnia assicurativa.

Il controllo sull’automobilista in presenza della scatola nera avverrà sia all’interno del territorio italiano, sia durante i viaggi all’estero, permettendo la ricostruzione delle dinamiche di un incidente e le eventuali manomissioni sul dispositivo o le parti collegate ad esso. Con la scatola nera diventa quindi impossiible simulare un sinistro, mentre a livello di risparmio sul costo dell’assicurazione l’automobilista più impeccabile potrà riuscire a scalare sino ad un 30% dalla somma rateale complessiva.