Crampi addominali e spasmi tra i 20 e i 40 anni: Buscopan è la soluzione

crampi e gli spasmi addominali sono delle delle contrazioni involontarie e improvvise, anche dette manifestazioni spastico-dolorose, che interessano la muscolatura liscia in sede gastrointestinale e che causano dolore da lieve a lancinante a livello dello stomaco, dell’intestino o del tratto urinario.

A soffrirne è quasi il 25% della popolazione e la maggior parte dei soggetti colpiti ha un’età compresa tra i 20 e i 40 anni. Nei due terzi dei casi, i sintomi compaiono in modo improvviso: il dolore, spesso molto intenso, può manifestarsi in qualunque momento ed è uno dei motivi principali di assenza dal lavoro.
Per sconfiggere i crampi addominali non c’è rimedio naturale che tenga; l’unica soluzione veramente efficace è Buscopan, un antispasmodico semisintetico appartenente alla classe degli alcaloidi della belladonna prodotto dalla casa farmaceutica tedesca Boehringer Ingelheim.

Che cos’è Buscopan e come funziona

antinfiammatorio BuscopanBuscopan è un farmaco spasmolitico da banco usato nel trattamento sintomatico dei dolori crampiformi e degli spasmi della muscolatura liscia del tratto gastrointestinale che possono essere dovuti a diverse condizioni, quali intolleranze alimentari, intossicazione, ansia, tensione, mestruazioni dolorose, o patologie come la sindrome del colon irritabile, la diverticolite, i calcoli biliari o l’endometriosi.
Il Buscopan è un miorilassante, sicuro e ben tollerato, del tratto gastrointestinale e urinario che, a differenza degli analgesici in senso stretto, che mascherano i sintomi, bloccando la trasmissione della sensazione di dolore ai centri superiori, tratta la causa del dolore, cioè gli spasmi muscolari, agendo solo nel punto in cui i dolori e i crampi sono circoscritti.

Meccanismo d’azione del Buscopan

Il principio attivo del Buscopan è la scopolamina-N-butilbromuro, nota anche come N-butilbromuro di joscina, un alcaloide ottenuto da una pianta della famiglia delle Solanacee (Duboisia) con proprietà anticolinergiche e antispastiche. Questa sostanza agisce da antimuscarinico, cioè da antagonista dei recettori muscarinici dell’acetilcolina (ACh), responsabili della contrazione delle cellule della muscolatura viscerale del tratto gastroenterico e geneto-urinario. Inoltre, uno studio pubblicato su Neuroscience Letters ha dimostrato che la scopolamina esercita un’azione inibitrice anche sui recettori nicotinici neuronali dell’ACh, dimostrandosi anche 7 volte più efficace di altri medicinali antispastici, come l’esametonio.
Il farmaco induce un miglior rilassamento dei muscoli viscerali dell’addome, determinando una sensibile riduzione del dolore in sede gastrica o intestinale e del fastidio ano-rettale nei soggetti affetti da diarrea.

Come assumere Buscopan

Il Buscopan può essere assunto per via orale, rettale o endovenosa ed è disponibile sotto forma di compresse rivestite, supposte o soluzione iniettabile. Sul mercato si trova anche il Buscopan plus, commercializzato in Italia come Buscopan Compositum, che unisce all’effetto spasmolitico dell’N-butilbromuro di joscina quello antinfiammatorio del paracetamolo che contribuisce a dare sollievo in caso di mal di pancia lancinante e dismenorrea (mestruazioni dolorose).
Il trattamento ottimale prevede l’assunzione del farmaco solo in caso di necessità, ovvero quando compare la sintomatologia dolorosa. L’assunzione va interrotta non appena i sintomi si calmano, il che può avvenire dopo qualche ora o giorno, a seconda della gravità della condizione o malattia per cui si usa. Il farmaco dà sollievo per un massimo di 12 ore.
Nelle donne in stato di gravidanza, soprattutto nei primi tre mesi, si raccomanda di usare Buscopan sotto stretto controllo medico e di non farne un uso prolungato, mentre se ne sconsiglia l’assunzione durante l’allattamento in quanto riduce la secrezione di latte materno.
Le dosi consigliate sono di una o due compresse (o una supposta) tre volte al giorno prima o dopo i pasti. È a discrezione del medico aumentare le dosi.

Controindicazioni

Come per tutti i farmaci, anche per Buscopan esistono delle controindicazioni. Buscopan non va somministrato ai bambini sotto i 6 anni di età e va evitato se si è ipersensibili al principio attivo e in caso di glaucoma ad angolo acuto, prostata ipertrofica, rettocolite ulcerosa, grave debolezza muscolare, infiammazione dell’esofago dovuta a reflusso e negli anziani.
Qualora i sintomi dovessero persistere o peggiorare, accompagnati o meno da febbre, perdite ematiche nelle feci o dimagrimento, è d’obbligo consultare il medico.