Netflix e Prime Video: Pro e Contro

Netflix

L’universo dei servizi di streaming

Quando si parla di servizi di streaming, Netflix sembra dominare totalmente la scena, per lo meno nell’immaginario popolare. Tuttavia, si sta assistendo a una progressiva maturazione del mercato e all’emergere di una concorrenza più forte. Uno dei competitor migliori è Amazon Prime Video, anche in virtù del fatto che praticamente tutti già posseggono un account sul marketplace. Questi due servizi streaming sono molto diversi tra loro, soprattutto per quel che riguarda il prezzo e i contenuti offerti. Vediamo di seguito i lati positivi e negativi di entrambi per una scelta ponderata.

Prezzi e aspetti tecnici a confronto

I pricing di Netflix si articolano su tre livelli di servizio, Basic, Standard e Premium. Tutti danno accesso all’intero catalogo, a cambiare sono la qualità del video e il numero di dispositivi utilizzabili simultaneamente. Il Basic permette di creare un account alla definizione di 480p. Lo Standard consente di aggiungere un altro account ed entrambi diventano disponibili in HD. Premium infine arriva a quattro dispositivi in contemporanea e uno streaming fino a 4K Ultra HD con HDR. L’abbonamento Amazon Prime annuale è unico e costa 36 euro: dà accesso all’intero catalogo Prime Video, con contenuti in streaming con la massima qualità supportata dal dispositivo e dalla connessione. Gli abbonamenti Prime Video permettono di trasmettere lo stesso contenuto solo su due dispositivi in contemporanea. Anche il piano tariffario più conveniente di Netflix, il Basic, dal costo di 7,99 euro, è nettamente più costoso di Amazon Prime Video. Per quel che riguarda la compatibilità, Amazon Prime Video funziona con un’ampia gamma di dispositivi, ma Netflix vanta la miglior compatibilità di qualsiasi servizio di streaming, supportando gli stessi dispositivi di Prime Video e in più Nintendo 3DS e Windows Phone.

Chi vince per varietà di offerta?

Netflix vanta migliaia di film, serie TV e documentari concessi in licenza. Eppure sono le sue produzioni originali, tra cui House of Cards, Stranger Things e molte altre ad aumentarne il valore. Nel corso degli anni, Netflix ha ridotto il catalogo di film a favore della TV. D’altro canto, Amazon vanta una rassegna molto più ampia di film e programmi TV: sono oltre 12 mila le pellicole presenti sulla piattaforma, ben più di Netflix. Tuttavia, i titoli sono in media più vecchi. Amazon sta seguendo la scia di Netflix, investendo in contenuti originali anche molto premiati come The Marvelous Mrs. Maisel e The Man in the High Castle. Questa strategia sembra pagare, ma ad ora l’offerta più varia è quella di Netflix.

Conclusioni

Tutte i motivi presi in esame rendono più semplice comprendere le ragioni per cui Netflix vanta più abbonati rispetto a qualsiasi servizio di streaming video, incluso Prime Video. Si tratta, ad ora, di un ottimo modo per godere di film e serie TV senza annunci. Inoltre, gli investimenti dell’azienda nel realizzare contenuti originali fanno in modo che vi sia sempre un buon motivo per accedere alla piattaforma. Prime Video regna incontrastato per il prezzo imbattibile, ma ad oggi Netflix vanta ancora la migliore selezione, un’interfaccia accattivante e un player superiore.