Gomorra 2: l’attesa è finita

″Gomorra da Saviano a Ciro Di Marzio″

Da qualche mese ogni appassionato di fiction italiana si pone la stessa domanda: ″Quando inizia Gomorra 2?″. Prima di rispondere a questo quesito è bene chiarire quale sia l’universo da cui prende origine questa serie tv di grande successo.

″Gomorra″ viene scritto nel 2006 ad opera del giovane scrittore Roberto Saviano (all’epoca 27enne): la sua inchiesta, volta ad indagare la presenza camorristica tanto in Campania quanto nel resto della Penisola, gli farà vendere 10 milioni di copie nel mondo ma gli varrà l’inimicizia di potenti clan malavitosi.

Lo scrittore vive, infatti, sotto protezione da ormai 10 anni. Al libro farà seguito nel 2008 un film omonimo, per la regia di Matteo Garrone, molto apprezzato tanto in Italia quanto all’estero: questa pellicola vede la presenza di attori molto rinomati nella scena cinematografica e teatrale partenopea quali Toni Servillo e Gianfelice Imparato.

Al loro fianco, programmaticamente (secondo le linee guida del miglior cinema neorealista) vediamo muoversi attori non professionisti, scelti tra gli abitanti dei luoghi in cui sono state realizzate le riprese. Dopo qualche anno di pausa in cui sembrava che il filone nato dall’opera di Saviano fosse ormai esaurito, Andrea Scrosati (vicepresidente di ″Sky Italia″) ha dichiarato che sarebbe stata prodotta una serie tv liberamente ispirata al best seller dell’autore napoletano.

Gomorra-2
″Gomorra 1: dove eravamo rimasti″

Prima di capire quando esce Gomorra 2 e quali siano le novità di cui lo spettatore potrà godere in questa seconda stagione, è doveroso fare un piccolo riassunto sugli aspetti cardine che hanno caratterizzato il primo capitolo andato in onda su Sky nella stagione televisiva 2014-2015.

La regia, fin da subito, sembra adatta ad un prodotto di sicuro successo: essa viene accreditata a Stefano Sollima (regista di ″Romanzo criminale″, altra serie targata Sky di grande richiamo), a Francesca Comencini (celebre regista cinematografica e teatrale) e all’ottimo Claudio Cupellini.

La storia parla di una sanguinosa guerra di camorra che si instaura tra due famiglie malavitose (i Savastano e i Conte) per il controllo del traffico di stupefacenti e di armi. I protagonisti sono interpretati da attori di grande spessore: il carismatico capo clan Don Pietro Savastano è Fortunato Cerlino. Al suo fianco la sua ″dolce″ metà (la mitica Donna Imma, interpretata da Maria Pia Calzone), femmina feroce e spietata pronta a tutto pur di garantire il benessere della sua famiglia.

Dal loro rapporto è nato un figlio chiamato Genny (Salvatore Esposito): inizialmente questo giovane appare più interessato ai divertimenti ed alle ragazze rispetto alla gestione degli affari criminali. Quando il padre verrà arrestato e sottoposto al regime carcerario speciale 41 bis, Genny dovrà però tirare fuori il carattere e assumersi delle responsabilità che, forse, non è pienamente in grado di sostenere.

Suo braccio destro sarà Ciro Di Marzio (Marco D’Amore), uomo di spicco del clan che nonostante la giovane età è riuscito ad emergere e a rendersi indispensabile. Genny farebbe bene, però, a guardarlo con sospetto: infatti Ciro possiede tutta la furbizia, la lungimiranza e la cattiveria che difettano, in parte, al rampollo dei Savastano. Con Don Pietro lontano, la sua brama di potere lo porterà a tramare per diventare lui il nuovo capo clan: quello che risulterà sarà un vero e proprio bagno di sangue.

Nelle scene conclusive dell’ultima puntata, infatti, vediamo come le macchinazioni di Ciro abbiano portato alla morte di Donna Imma ed al ferimento di Genny (sopravvissuto per miracolo). Non sembra, però, morta la speranza per il clan dei Savastano così come ci eravamo abituati a conoscerlo: Don Pietro, infatti, riesce ad evadere grazie alla fedeltà di alcuni suoi uomini e, sorpresa nella sorpresa, non soffre affatto di demenza come aveva fatto credere a magistrati e a familiari. Allo spettatore non è resta che domandarsi fin da subito: ″Quando inizia Gomorra 2?″.

″Gomorra 2: un’attesa lunga due anni″

Dopo quasi due anni (la prima puntata era infatti stata trasmessa su Sky il 6 Maggio del 2014) finalmente questa lunga attesa sembra davvero essere finita. Dal 10 Maggio, infatti (per rispondere alla domanda su quando inizia Gomorra 2), su Sky Atlantic torneranno gli intrighi e la spietata efferatezza che ha caratterizzato la prima stagione della serie.

Resta da definire come la città di Napoli affronterà il vuoto di potere che si è creato con la rovina del clan Savastano: senza dubbio Salvatore Conte (storico e spietato nemico di Don Pietro e della sua famiglia) non si lascerà scappare la ghiotta occasione.

Sicuramente verrà inserita una nuova ferocissima ″malafemmena″ che possa prendere il posto di Donna Imma Savastano: l’entrata nel cast di Cristina Donadio sembra non lasciare davvero dubbi sul nome dell’attrice che dovrà raccogliere questa ingombrante eredità. Secondo indiscrezioni molto attendibili, inoltre, Genny non farà la sua comparsa nei primi episodi della serie. Ovviamente tutti i fan aspettano con trepidazione un suo nuovo scontro con ″Ciro l’immortale″.

Intanto l’attore Salvatore Esposito ha messo in guardia tutti i seguaci della fiction con la temibile frase ″Non immaginate nemmeno lontanamente cosa vi aspetta″. Detto da Genny in persona non è possibile non farsi cogliere da una leggera preoccupazione e da tanta speranza.