Acquario di Genova: perché andare e cosa non perdere

La storia dell’area espositiva progettata da Renzo Piano

Quando l’architetto Renzo Piano venne incaricato di progettare l’acquario di Genova, decise subito che sarebbe stato il più grande d’Italia. Non si badò a spese: quella struttura doveva essere imponente e spettacolare, sufficientemente ampia da poter ospitare migliaia di visitatori al giorno. Ci riuscì: quello ligure è, oggi, non solo l’acquario più importante del Bel Paese, ma anche il secondo in Europa e il nono nel mondo. Ha aperto i battenti nel 1992, in occasione del cinquantesimo anniversario della scoperta degli Stati Uniti d’America. Questo è l’anno in cui festeggia, quindi, un quarto di secolo d’attività. Nel tempo è stato ulteriormente ampliato: al momento si compone, complessivamente, di 74 vasche, quattro delle quali a cielo aperto, per un totale di 27.000 metri quadrati di meraviglie tutte da scoprire.

Un percorso tra le meraviglie del mondo sottomarino

Si possono ammirare 400 specie animali

Sono 15.000, in totale, gli animali che i visitatori hanno la possibilità di ammirare in quella splendida struttura che è l’acquario di Genova. Appartengono a 400 specie diverse tra mammiferi marini, pesci, rettili, uccelli, invertebrati ed anfibi. Ogni anno, tuttavia, ne arrivano di nuove, per poter sempre offrire al pubblico un’esperienza educativa, formativa e divertente. Il percorso base dura, all’incirca, due ore e mezza. Decidendo di visitare solo l’acquario ci si inoltra, dapprima, in un vero e proprio viaggio alla scoperta del mondo marino e delle creature che lo popolano; dopo aver visitato lo spazio espositivo la visita prosegue e si conclude tra le meraviglie di un giardino tropicale in piena regola. Si chiama “Un battito d’ali” e riproduce, piuttosto fedelmente, l’habitat della foresta centroamericana, con tanto di piante, farfalle, anfibi, uccelli e rettili.

Le strutture collegate all’Acquario di Genova

Biosfera e due musei per un’esperienza a 360 gradi

Da qualche anno è stato inaugurato, nelle immediate vicinanze dell’area espositiva, il Galata Museo del mare, un edificio in pietra e cristallo interamente dedicato al rapporto tra il mare e l’uomo. Si sviluppa su quattro livelli e accompagna il visitatore in un lungo viaggio che si snoda attraverso i secoli: si parte dall’età dei velieri e delle navi a remi per approdare, a un certo punto, nell’epoca dei piroscafi che, dall’Italia, salpavano verso l’Argentina, il Brasile e l’America, con a bordo un carico di migranti italiani pronti ad affrontare un’interminabile traversata oceanica pur di sbarcare il lunario. Il Museo del mare, con le sue 23 sale, contiene un totale di 6.000 legati alla storia della navigazione. È altrettanto interessante il Museo nazionale dell’Antartide, dedicato al continente inesplorato da sempre al centro di studi e ricerche. Nella struttura si conservano, sin dal 1998, le collezioni glaciologiche, geologiche e biologiche che costituiscono il preziosissimo patrimonio dell’Antartide. Fa parte del circuito dell’acquario di Genova anche la Biosfera, una struttura sferica che custodisce circa 150 specie di straordinaria bellezze, oltre a un gran numero di piante tropicali.

Biglietti per ogni esigenza

Scegli se visitare solo l’acquario o tutte le strutture del Village

L’acquario si trova nel Porto antico della città di Genova, a pochi chilometri dall’aeroporto e dalla stazione di piazza Principe: nel primo caso si può raggiungere in taxi, in 15 minuti, o col bus n°13, in mezz’ora; chi arriva in treno, invece, può percorrere la strada a piedi. Chi viaggia in auto dovrà imboccare l’uscita Genova Ovest, seguire le indicazioni per il centro, percorrere via Milano e via Gramsci e svoltare a destra, verso i parcheggi, prima del sottopasso. L’acquario è aperto 365 giorni l’anno, dalle 9 del mattino. L’ora di chiusura, invece, dipende dalla stagione. I prezzi dei biglietti variano a seconda del numero di strutture che s’intende visitare: solo l’acquario costa 25 euro per gli adulti e 17 per i visitatori d’età compresa tra i 4 e i 12 anni. Chi vuole ammirare tutte le strutture del circuito dovrà acquistare, invece, il ticket per l’Acquariovillage, che costa 49 euro per i grandi e 29 per i più piccoli. Per i bambini da 0 a 3 anni l’ingresso è sempre gratuito. Scopri le altre offerte vantaggiose per i biglietti di ingresso all’Acquario di Genova su IlTuoTicket.