Formaggio fritto: ricetta e procedimento

Il formaggio è un alimento importante per la dieta, certamente da consumare con moderazione. I formaggi possono essere di diverse tipologie. Questo già lo sappiamo perché p possibile constatarlo facilmente quando ci si reca al supermercato. A pasta dura, a pasta molle, stagionati, a pasta filante: la scelta dei formaggi è davvero infinita. I formaggi vengono spesso utilizzati come ingredienti per la preparazione di portate come panini o pizze oppure vengono grattuggiati sulla pasta. L’abitudine a tavola è molto spesso quella di servire il formaggio come antipasto: tocchetti di formaggio accompagnano in genere un vassoio di affettati  servito prima della portata principale. Tutto ciò però è sbagliato poiché i nutrienti del formaggio lo rendono ideale come piatto unico da portata e non da contorno come antipasto. In questo articolo noi vogliamo in proposito suggerirvi la ricetta per un piatto unico a base di formaggio che può essere ideale da servire nell’ambito di una golosa e stuzzicante apericena tra amici. Si tratta del formaggio fritto, una vera golosità da tenere lontano da chi è a dieta ma per cui, per una volta, si può fare un’eccezione. Per preparare il formaggio fritto vengono tagliati alcuni generosi pezzi di formaggio che vengono poi impanati con farina, uova e pangrattato quindi fritti nell’olio caldo. Scopriamo insieme dunque la ricetta e il procedimento per cucinare il formaggio fritto.

Ingredienti

Preparare il formaggio fritto non è particolarmente difficile anzi, è molto stimolante sapere che realizzeremo un piatto davvero goloso. Per preparare il formaggio fritto ci vorranno 10 minuti così come per la sua cottura. Gli ingredienti per soddisfare l’appetito di almeno 4 persone sono:

  • 200 grammi di formaggi di tipo primo sale;
  • 2 uova;
  • 100 grammi di farina;
  • 100 grammi di pangrattato:
  • sale q.b
  • olio di semi di mais q.b.

Procedimento

Per preparare il formaggio fritto è consigliabile acquistare un formaggio fresco sul genere del primo sale, quello meglio indicato per questa ricetta data la capacità di fondere più facilmente durante la frittura rispetto ad altri formaggi. Prendete dunque il formaggio e tagliatelo con un coltello in stile bastoncini. Prendete quindi una ciotola e versatevi dentro la farina. Prendete una seconda ciotola e versate in questa il pangrattato. Prendete una terza ciotola e in questa rompete le uova. Sbattetele con una frusta e aggiungete un pizzico di sale. Fate scaldare l’olio in una padella sul fornello affinché possa raggiungere la temperatura di frittura giusta. Non esagerate la quantità affinché il formaggio non sia poi zuppo di olio. Far scaldare l’olio prima e per tempo, è un trucco per ottenere una frittura maggiormente croccante e al contempo asciutta.

Prendete quindi il primo pezzo di formaggio tagliato a bastoncino e passatelo nella farina. Proseguite passandolo nella ciotola delle uova e poi passandolo nel pangrattato. Ripassatelo ora nuovamente nella ciotola delle uova, poi nella farina e infine nel pangrattato. In questo modo avrete realizzato una doppia impanatura. Questa conferirà spessore al formaggio fritto evitando al contempo che l’impanatura si sfaldi durante la frittura o quando la si mangia. Tornate ora a controllare la padella con l’olio e che questo sia ben caldo. Provate a mettere uno stuzzicadenti nell’olio: se intorno allo stecchino si forma una miriade di bollicine, l’olio ha raggiunto la temperatura perfetta per la frittura. Iniziate quindi a friggere un bastoncino di formaggio per volta per qualche minuto. Rigirate bene ogni lato ai fini della perfetta doratura. Friggete tutti i bastoncini quindi adagiateli pian piano su un foglio di carta assorbente tipo scottex adagiato su uno o più piatti. In questo modo si scolerà l’olio in eccesso. Servite caldi.