Energia dalla Biomassa: come si ottiene

Ricavare Energia pulita dalla Biomassa

Ricavare Energia pulita dalla Biomassa

Biomassa

 

La biomassa indica un insieme di organismi sia animali sia vegetali che siano presenti in quantità all’interno di un ambiente che potrebbe essere sia acquatico sia terrestre. Le biomasse sono particolarmente importanti sia per l’ecologia sia per la produzione di energia rinnovabile e assolutamente compatibile con l’ambiente. Per ottenere biomasse utilizzabili per produrre energia si possono seguire due strade differenti.

Mediante la produzione di biogas, prodotto dai rifiuti organici tramite un processo di fermentazione, oppure con i biocarburanti che vengono ottenuti dagli oli di semi di girasole, di mais oppure di soia. Le biomasse non producono inquinamento e in particolare non incidono sull’effetto serra dal momento che l’anidride carbonica rilasciata quando viene bruciata è uguale a quella assorbita durante la vita dell’organismo, quindi il bilancio energetico è uguale a zero.

 

Utilizzo delle biomasse

 

La biomassa prodotta può essere adeguatamente utilizzata per la produzione di energia termica oppure elettrica e quindi anche per procedere con l’alimentazione dei mezzi di trasporto in maniera totalmente pulita. I biocombustibili possono essere solidi, liquidi oppure gassosi e possono essere derivati in maniera diretta da adeguate biomasse, oppure prodotti tramite corretti processi di trasformazione.

Esistono tre grandi categorie di biocombustibili:

  1. il cippato
  2. il biodiesel
  3. il biogas.

Il primo comprende tutti quei materiali come il legno sminuzzato oppure il pellets. Anche i rifiuti solidi urbani possono rientrare nella categoria delle biomasse, in modo da non finire direttamente in discarica, ma per poter essere valorizzati. Per esempio i termovalorizzatori servono per fornire energia elettrica utilizzando la parte di rifiuti che non può essere riciclata.

Biomassa utilizzata per la produzione di energie rinnovabili

Produzione del biodiesel

 

La produzione di un biodiesel consente di trasformare la biomassa per ottenere dei carburanti puliti ed utilizzabili per il trasporto. Esistono tre fasi distinte per la produzione di biodiesel. Per prima cosa si deve procedere con la gassificazione con una bassa temperatura che consente di ottenere un gas contenente catrame e carbonio.

Successivamente si procede con una gassificazione ad alta temperatura per eliminare il catrame presente. L’ultima fase serve per ottenere degli idrocarburi liquidi.

 

Energia dalla biomassa

 

É possibile ottenere energia dalla biomassa utilizzando tre tipologie di impianti differenti: di combustione a griglia fissa o mobile, a letto fluido o per la produzione di gas. In queste tipologie di impianto si procede con la combustione completa della biomassa cercando di minimizzare le scorie, producendo gas che vengono impiegati negli impianti di produzione di energia.

I gas caldi vengono poi impiegati per la produzione di energia elettrica tramite una turbina oppure per una finalità termica. Le biomasse possono essere impiegate anche per la produzione di calore all’interno delle abitazioni mediante apposite caldaie.

 

Risorse di biomassa

 

Per ottenere biomassa si può procedere attraverso i residui agricoli, come le paglie dei cereali oppure i residui verdi, i residui forestali o quelli della lavorazione del legno, i residui di processi industriali come per esempio le vinacce o le sanse, i rifiuti organici e quelli zootecnici, ma anche delle colture erbacee create appositamente.